Chiese Lametine

Vai ai contenuti

Menu principale:

…non perdete il senso autentico del bene e del male. La legge divina costituisce il fondamento di ogni vera giustizia, e solo tenendo conto di essa è possibile dar origine a modelli sociali conformi alla dignità umana… (Giovanni Paolo II, Lamezia Terme 05 0ttobre 1984)

Siamo tutti pellegrini sulla Terra.
In questo fantastico viaggio dal tempo indeterminato, abbiamo un’unica missione da compiere: Fare del Bene.

È questo per me il più profondo senso della Religiosità.
Uno stimolo che va ben oltre le religioni, che dovrebbe rappresentare la motivazione a qualsiasi azione nel mondo.
Arte, cultura, storia, tradizioni popolari, incarnano –ognuno a suo modo- questo senso di rispetto e gratitudine verso un macrocosmo di cui facciamo parte e che influenziamo col nostro operato.

Il Progetto ChieseLametine.net è frutto di una serie di fattori:

  • quello genetico, grazie a mio padre che mi ha trasmesso passione e curiosità verso la materia

  • quello affettivo, nei confronti di un territorio che possiede ricchezze dal valore inestimabile, ma purtroppo poco conosciute

  • quello devozionale, verso l’Arcangelo Michele, difensore della Fede in Dio nella sua qualità di Capo delle Milizie Celesti, venerato da Oriente a Occidente al di là delle confessioni religiose.       


Il territorio lametino è stato vittima di rovinosi eventi naturali: terremoti catastrofici (1638, 1783, 1905, 1908) e inondazioni (1563, 1683, 1727, 1782).
Per questo tanti beni sono andati distrutti o persi, e in alcuni casi il poco rimasto versa in cattive condizioni.

La Diocesi di Lamezia Terme –storicamente denominata Neocastrensis- è estremamente vasta, in termini territoriali e di popolazione: racchiude 25 comuni con un numero di circa 135.000 abitanti, 166 edifici di culto di cui 63 parrocchie.

Nella storia del territorio, la Religione ha svolto un ruolo di tutto rispetto, rappresentando un potente polo d’attrazione per anacoreti, monaci, cavalieri e prelati.
La condivisione d’intenti tra papato e Normanni fu certamente fondamentale in tal senso, ma di un certo rilievo fu anche la presenza di altissime personalità: Papa Callisto II che nel dicembre del 1121 si fermò a Nicastro nel corso del suo viaggio di consolidamento della latinizzazione ecclesiastica delle sedi episcopali, Papa Marcello II vescovo di Nicastro nel 1539 e Papa Innocenzo IX vescovo di Nicastro nel 1560 i cui busti campeggiano sulla facciata della Cattedrale di Lamezia Terme.

Nella redazione del Portale ChieseLametine.net, data l’immensità dei dati e la scarsità di fondi per l’Associazione No Profit Change Destiny che lo ha realizzato, si è dovuto necessariamente operare una scelta nel selezionare gli edifici sacri.    
Si è trattato di una valutazione non facile, ma che ovviamente non si propone come definitiva: il contributo economico di altri sostenitori permetterà man mano d’incrementare un work in  progress che merita di essere completato.

Il materiale utilizzato è stato fornito dalla Curia Vescovile di Lamezia Terme che ha patrocinato l’iniziativa e nella linea editoriale si è deciso di prediligere l’aspetto umano, quello che permette a tanti devoti sconosciuti tra loro di trovarsi nello stesso luogo, accomunati dallo spirito religioso.
Lo stesso aspetto che in occasioni predeterminate ripopola quartieri solitamente poco considerati, ma che in realtà possiedono la vera essenza dei luoghi.

Il viaggio è cominciato, buon cammino a tutti…

Dott.sa Angela E.M. Morabito
Antropologa

Per contattarci

Con il contributo di

Ricerca
Torna ai contenuti | Torna al menu